I prodotti biologici sono sani, ricchi di principi nutritivi (vitamine, sali minerali e antiossidanti) e poveri di sostanze inquinanti, dannose e nocive.

Mangiare biologico, quindi, aiuta a ridurre il rischio di malattie. Ma non lo diciamo solo noi. Secondo l’EPA (l’Agenzia Americana per la Protezione Alimentare), infatti, la maggior parte dei pesticidi, erbicidi, insetticidi e fungicidi utilizzati in agricoltura contengono sostanze tossiche o addirittura cancerogene e proprio al loro utilizzo sembrerebbe legato l’incremento mondiale dei casi di cancro.

Noi non siamo medici o ricercatori, ma nel dubbio… preferiamo offrirvi dei prodotti coltivati “come una volta”, senza l’utilizzo di sostanze chimiche.

Ma non finisce qui. Avete mai provato ad assaporare un prodotto biologico? L’assenza di conservanti, additivi e coloranti contribuisce di gran lunga a migliorarne il gusto! E tutte le sostanze nutritive che trovate al loro interno non hanno subito alterazioni di alcun tipo. Sono proprio come la terra le produce.

Vogliamo poi parlare di dieta? Lo sapevi che il consumo eccessivo di ingredienti raffinati (sale e zucchero in primis) provoca dipendenza? Ti sei mai chiesto perché, quando mangi un prodotto confezionato industriale non ti lascia mai soddisfatto o del tutto sazio? Si tratta delle calorie “vuote” di cui questi cibi sono ricchi: innescano una specie di dipendenza per cui risulta difficile smettere di consumarli.

Un piatto a base biologica, al contrario, ti rende subito sazio perché possiede un apporto calorico e nutrizionale adatto alle nostre esigenze e ad appagare il nostro senso di fame.